I burattini di Riccardo: Fagiolino, Sganapino e la Mortadella

La nostra Compagnia approfondisce l’Arte antica e tutta da scoprire dei burattini bolognesi, i quali dalla metà del ‘700 si sono rivelati come una vera e propria moda teatrale di aggregazione della città.

Al fine di mantenere viva la gloriosa tradizione delle teste di legno negli anni, oltre agli spettacoli, abbiamo allestito mostre, conferenze a tema e laboratori di costruzione e animazione di burattini sia per adulti sia per bambini. Riccardo, il capocomico, ultimo allievo del grande Demetrio Presini, oltre a scolpire le sue teste di legno, si occupa, con la moglie Milena, della conservazione di tutti i materiali storici appartenuti al Maestro Burattinaio del passato raccolti nella Collezione Fantuzzi - Pazzaglia.
La Compagnia attiva dal 1991 si è impegnata per la rinascita e la salvaguardia dell’arte burattinaia della nostra tradizione in ambito cittadino, resa possibile dal grande successo che il pubblico sempre crescente le ha tributato. Oltre al divertimento che gli spettacoli assicurano, qualità, coerenza filologica e storica sono le parole chiave che legano questi burattinai ai Maestri fondatori della tradizione bolognese.
Recitare ogni spettacolo rigorosamente dal vivo con questi eroi dalla testa di legno, significa conoscerne, caratteri, passioni e virtù.

Per saperne di più www.burattinidiriccardo.it

  • “Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari.” 
    Winston Churchill
  • “Il maiale è diventato sporco solo in seguito alle sue frequentazioni con l'uomo. Allo stato selvatico è un animale molto pulito.” 
    Pierre Loti
  • "Chi vive con i maiali spesso li descrive come fossero cani: sono intelligenti, leali e, soprattutto, affettuosi. Chi li conosce sottolinea sempre che ognuno di loro è un individuo unico e particolare."  
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • "Pensare che non si sa il nome del primo maiale che scoprì un tartufo." 
    Edmond e Jules de Goncourt
  • "Tanto io che il povero maiale non saremo apprezzati che dopo la nostra morte."  
    Jules Renard

© 2017-2018 Associazione Amici dal Ninen - CF 91400690375