COMUNICATO STAMPA

Dal 12 al 15 aprile al parco Nord di Bologna
 la prima edizione di Porcelli d'Autore.
UISP partecipa con uno stand dedicato ai giochi tradizionali, ci trovate giovedì e venerdì dalle 19.00 e sabato e domenica dalle 16.00  
I giochi di una volta
Al parco Nord di Bologna, dal 12 al 15 aprile, la prima edizione di "Porcelli d’autore". Uisp partecipa con uno stand dedicato ai giochi tradizionali come il tiro alla fune, la corsa con i sacchi e il tiro ai ferri di cavallo
della redazione Uisp Emilia-Romagna

BOLOGNA – L'Emilia-Romagna, si sa, deve molto al maiale e al modo di lavorare la sua carne. Per la prima edizione di "Porcelli d'autore" è stata scelta proprio Bologna, città dove venne inventata la famosa mortadella, già presente con "una voce a sé" nell'Enciclopedia di Diderot e d'Alembert. La manifestazione, che si terrà da giovedì 12 a domenica 15 aprile al parco Nord, è promossa dall'associazione Amici dal Ninen con la collaborazione della Mutua Salsamentari e con il patrocinio dell'Università di Bologna. Anche la Uisp parteciperà con uno spazio dedicato ai giochi tradizionali in cui grandi e piccoli potranno sfidarsi a giochi popolari come il tiro alla fune, la corsa coi sacchi e il tiro ai ferri di cavallo.

"Come associazione – ha affermato Massimiliano Disteso, responsabile Uisp Bologna dei giochi tradizionali –  vogliamo portare nelle manifestazioni e nelle iniziative i giochi popolari così da poterne diffondere la pratica". Lo spazio dedicato alla Uisp sarà all'interno dell'evento così che ogni giorno sarà possibile cimentarsi nei "giochi di una volta". L'obiettivo? Far sfidare papà e figli ma anche nonni e nipoti. "È proprio questo quello su cui puntiamo, – ha concluso Disteso – fare in modo che i giochi circolino e si tramandino di generazione in generazione. Inoltre i giochi tradizionali sono propedeutici per qualsiasi attività sportiva".

Il programma di "Porcelli d'autore" è denso di attività durante tutte le giornate. Ci saranno incontri con le scuole, spazi di discussione sulla qualità della produzione e del consumo di carne di maiale, spettacoli teatrali e concerti di gruppi folk italiani e stranieri. Un evento che vuole riscoprire la cultura che ha prodotto le molteplicità di insaccati prodotti in Emilia-Romagna cercando di riflettere sul fatto che le "tipicità hanno risvolti non solo economici ma di difesa dell'ambiente, recupero della biodiversità, ripensamento dei rapporti uomo-animale".


  • “Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari.” 
    Winston Churchill
  • “Il maiale è diventato sporco solo in seguito alle sue frequentazioni con l'uomo. Allo stato selvatico è un animale molto pulito.” 
    Pierre Loti
  • "Chi vive con i maiali spesso li descrive come fossero cani: sono intelligenti, leali e, soprattutto, affettuosi. Chi li conosce sottolinea sempre che ognuno di loro è un individuo unico e particolare."  
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • "Pensare che non si sa il nome del primo maiale che scoprì un tartufo." 
    Edmond e Jules de Goncourt
  • "Tanto io che il povero maiale non saremo apprezzati che dopo la nostra morte."  
    Jules Renard

© 2017-2018 Associazione Amici dal Ninen - CF 91400690375