Slow Food a Porcelli d'Autore

COMUNICATO STAMPA

Gli appuntamenti gastronomici di Porcelli d'Autore sono tanti e tutti di qualità. Oggi vi presentiamo tre incontri curati da Slow Food, partner importante dell'evento.

Cultura e degustazione
Lo spuntino elegante - La mortadella: storia, tradizioni, ricette del salume tipico di Bologna 
Sabato 14 aprile ore 12.00 - spazio Slow Food
L’origine della mortadella risale al medioevo, ma la prima ricetta rimasta vanta un testimone illustre: Cristoforo di Messisbugo, nel 1557 nel suo Libro Novo racconta le fasi di lavorazione della mortadella e ne elenca gli ingredienti. 
Era un insaccato di lusso che nel Seicento costava nove volte più del pane, tre volte e mezzo più del prosciutto, due volte e mezzo più dell'olio.
Come il velo di seta, questo prodotto costoso qualificava la fama di Bologna nel mondo. La mortadella veniva prodotta dai salaroli, artigiani specializzati nella lavorazione e vendita di carni porcine salate. Nel corso dei secoli le nuove dinamiche industriali impongono anche a questo prodotto la meccanizzazione della lavorazione; in particolare l'impacchettamento e la conservazione in scatole di latta permettono l'esportazione sul mercato internazionale, rendendo la mortadella un prodotto ampiamente popolare, ancora oggi conosciuto in molte parti del mondo con il semplice nome di Bologna

Il giro d'Italia dei salami
a cura di Mirco Marconi docente di Scienze Gastronomiche
Sabato 14 aprile ore 18.00 - spazio SlowFood
Il salame, più di ogni altro salume, unisce la penisola ma ne rappresenta esemplarmente la diversità. Ogni regione ha i suoi salami, con differenze tra una città e l'altra, anche minime se si vuole, ma legate alle tradizioni locali e al "campanile". Le differenze più grandi si evidenziano lungo l'asse nord-sud, dove il saleme cambia di forma, dimensioni, insaccatura e spezie, col gusto che passa dall'affumicato, al finochietto selvatico fino al peperoncino. ma anche lungo l'asse ovest-est ci sono variazioni, dal cotto al crudo, dal solo pepe alle altre spezie. 

Porco ma buono - Incontro di cultura gastronomica dedicato al maiale  a cura di Micaela Mazzoli e Matteo Monti, formatori Slow Food
Domenica 15 aprile ore 11.30 e 17.00 spazio SlowFood
Il maiale, la storia, l'allevamento, dalla vita alla lavorazione delle carni;  la filiera della produzione, le ricette tradizionali, come sono cambiati i consumi, l’analisi sensoriale comparativa per riconoscere le caratteristiche, il benessere animale per una migliore qualità del prodotto, del territorio e della salute. 
Tre buoni motivi, tra i tanti, per non mancare a Porcelli d'Autore!

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Amici dal Ninen.

29 marzo 2018


 carlino media partner.jpg





  • “Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari.” 
    Winston Churchill
  • “Il maiale è diventato sporco solo in seguito alle sue frequentazioni con l'uomo. Allo stato selvatico è un animale molto pulito.” 
    Pierre Loti
  • "Chi vive con i maiali spesso li descrive come fossero cani: sono intelligenti, leali e, soprattutto, affettuosi. Chi li conosce sottolinea sempre che ognuno di loro è un individuo unico e particolare."  
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • "Pensare che non si sa il nome del primo maiale che scoprì un tartufo." 
    Edmond e Jules de Goncourt
  • "Tanto io che il povero maiale non saremo apprezzati che dopo la nostra morte."  
    Jules Renard

© 2017-2018 Associazione Amici dal Ninen - CF 91400690375

Questo sito contiene cookies tecnici utili alla corretta visualizzazione e navigazione.