Giorgio Comaschi & Franz Campi

In Canzoni da mangiare
con Barbara Giorgi – voce, Davide Falconi – piano, Camilla Missio – contrabbasso, Ernesto Geldes Illino – batteria 
Cover Franz Campi cucinaUno spassosissimo show incentrato su cibo dove il cantautore Franz Campi, si affianca al giornalista e attore Giorgio Comaschi in una continua altalena di monologhi e canzoni. Comaschi racconta (nello stile delle sue “Mosche” articoli satirici che pubblica ogni settimana sul quotidiano “Il Resto del Carlino”) cosa succede nel fare la spesa, scegliere le verdure, preparare un pranzo, ordinare un piatto piuttosto che un altro…
La band invece propone alcuni dei più celebri brani dedicati al cibo. Da “Viva la pappa con il pomodoro” interpretata da Rita Pavone, a “Spaghetti a Detroit” di Fred Bongusto, “Ma che bontà” di Mina, “'A pizza” e “Barbera e champagne” di Giorgio Gaber, “Il caffe della peppina” e “Le tagliatelle di nonna Pina” dal repertorio dello Zecchino d’oro, “Maramao” del Trio Lescano, ”Cacao meravigliao” da “indietro tutta !” di Arbore, “Rosalina” di Fabio Concato, “Mambo italiano”, “Angelina” e “That's amore” della tradizione italo americana degli anni '50…. Concludendo con “Banana boat song” di Henry Belafonte e “Banane e lampone” scritta da Franz per Gianni Morandi. Una festa piena di risate e ricordi appetitosi!
 
  • “Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari.” 
    Winston Churchill
  • “Il maiale è diventato sporco solo in seguito alle sue frequentazioni con l'uomo. Allo stato selvatico è un animale molto pulito.” 
    Pierre Loti
  • "Chi vive con i maiali spesso li descrive come fossero cani: sono intelligenti, leali e, soprattutto, affettuosi. Chi li conosce sottolinea sempre che ognuno di loro è un individuo unico e particolare."  
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • "Pensare che non si sa il nome del primo maiale che scoprì un tartufo." 
    Edmond e Jules de Goncourt
  • "Tanto io che il povero maiale non saremo apprezzati che dopo la nostra morte."  
    Jules Renard

© 2017-2018 Associazione Amici dal Ninen - CF 91400690375

Questo sito contiene cookies tecnici utili alla corretta visualizzazione e navigazione.